GIUSTIZIA SARA’ FATTA!

Siamo giunti al momento della verità. Non si è trattato di suicidio. Lui non avrebbe mai preso la Cicuta di sua spontanea volontà. Mai avrebbe emulato la triste sorte di Socrate. No, siamo d’accordo! Lui voleva vivere, Lui stava passando in quel buio anfratto casualmente … E vorrei che la giuria ricordasse le parole appena dette. Il Fato, il Destino.. no! Non parliamo di Fato e di Destino! Grazie a Dio (anche se non è esattamente così) esiste il libero arbitrio. Ebbene, Lui voleva passeggiare, e Lui casualmente aveva scelto quella strada. Quel buio anfratto.
Ebbene, signori e signore della giuria, penso che mi converrete sul fatto che circolare liberamente sia un diritto inviolabile, sancito dalla Costituzione Italiana. Ma specifichiamo meglio: liberamente si, ma soprattutto IN PIENA SICUREZZA. L’incolumità di ogni Essere Vivente deve essere garantita.
Non possiamo neanche chiamare in causa la Selezione Naturale in questo preciso frangente poichè si tratta solamente di un sopruso. E per definizione, il Sopruso non contiene neanche in potenza la cosiddetta "sbadataggine"! No! il qui presente imputato non è stato sbadato, anzi! Il grande consumo di alimenti contenenti sostanza comunemente chiamata liquirizia ha sicuramente alzato la sua soglia di attenzione.
Inoltre, l’ Imputato qui presente, consapevole dell’odioso gesto da lui compiuto, ha successivamente eliminato le prove: sappiamo da fonti certe che la maglietta color nero su cui erano presenti i resti dell’ormai Compianto è stata scioccamente posta nel cesto della biancheria sporca.
Per tutti questi motivi, signori e signore della giuria, cerchiamo di rendere giustizia al Defunto. L’imputato è Colpevole.
Eccoci giunti al momento della tanto attesa verità: Lui, povero verme (o Anellide, a Vostra discrezione) non aveva alcuna colpa, mai si era macchiato di crimine alcuno.
Tuttavia è stato brutalmente schiacciato dall’imputato qui presente, il quale, inoltre, ha traumatizzato la povera fanciulla che era presente sul luogo del delitto.
Ebbene, Giustizia sarà fatta. Rendiamo giustizia al compianto Verme.
Giustizia al Verme e a tutti i suoi simili orrrendamente schiacciati come lui!

Annunci

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: