La cena di ieri sera a casa si è trasformata in un’accesa dissertazione su ciò che troviamo sui nostri piatti.
Per caso mi è capitato di leggere un libro inchiesta sotto forma di romanzo che tratta della carne, senza però dare nessun imput verso il vegetarianesimo.
Semplicemente fa riflettere. Fa riflettere sulle nostre abitudini alimentari e in che modo ci viene propinata la carne nella nostra società.
Tornando alla cena sono rimasta sconvolta dal fatto che i miei genitori fossero irremovibili riguardo le proprie posizioni.. Se io ammetto per ipotesi che forse mangiare carne non faccia poi così bene, loro lo escludevano totalmente dai loro pensieri. La cosa che più mi turba è che il loro pensiero si è formato a partire dai luoghi comuni che tutti conoscono sulla carne.. Non esiste secondo parere. L’ipotesi avanzata da me non può esistere nemmeno come ipotesi, per loro,  semmai come simpatica favola, quindi irreale..
Al contrario io non sono abituata a ragionare o dissertare su questioni che non conosco, anzi..solitamente preferisco ascoltare e solo quando mi sono fatta una mia opinione ben formata, intervenire..e questo su qualunque argomento "culturale o di attualità"..
Le persone che si comportano come i miei genitori mi fanno girare le scatole in una maniera impressionante.. anche perchè il luogo comune è difficile da estirpare.. anzi, lo vedo come un circolo vizioso da cui è molto difficile uscire.. ci sarà sempre un luogo comune che ti tenderà la mano e ti farà uscire dai vari pastici mentali o di opinione in cui ci ficchiamo quotidianamente.
Il luogo comune è semplice e veloce.

E quando mi hanno chiesto "beh, allora sei vegetariana ADESSO? guarda che ti cucini tu le tue verdurine…" beh, mi è caduto il mondo addosso..
Se non riescono nemmeno a capire che non si tratta di una cosa che si decide così, dall’oggi al domani, ma che va ragionata, studiata, con molto tempo preparatorio alle spalle (almeno secondo me) per convincersi che si sta facendo la scelta giusta… beh, sono rimasta molto delusa. Amareggiata.

E dopo questo simil sfogo vado a studiare.. anche perchè scrivere di prima mattina, non è mai stato il mio forte.

Annunci

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

3 responses to “”

  1. anonimo says :

    Ti dirò, per l’acquisizione di determinate sostanze la carne è molto migliore delle verdure.
    Poi, ovviamente, non bisogna esagerare.
    A

  2. zoeofoz says :

    Beh, ma lo presumevo il fatto che la verdura fosse piena di schifezze chimiche..
    E per tutte queste cose, in sto periodo, mi fa proprio schifo mangiare..

  3. anonimo says :

    no, non pensavo all’aporto di sostanze “esterne”, mi riferivo più al fatto che la fibra delle verdure invischia molte sostanze che rimangono così indigeribili dall’intestino umano, mente se apportante da tessuti animali vengono assorbite con maggiore facilità ed in maggiore quantità.
    riguardo invece all’apporto di schifezze chimiche sulle piante, la cosa è abbstanza relativa dato che prima della commercializzazione deve passare un determinato tempo che serve per permettere che rimangano solo in quantità considerate non influenti sull’organismo umano. senza considerare che si sta riducendo al minimo l’utilizzo di prodotti sulle verdure (anche per una questrione di cinico risparmio)
    A

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: