Tra oggi e domani assisteremo al reality show più reality che ci sia: le ELEZIONI POLITICHE ITALIANE
A malincuore ho fatto il mio dovere da cittadina. Ovvero scegliere il male minore. Mi sono unita a questa farsa di tutto rispetto.
Ma non è di questo che voglio discorrere. L’argomento di oggi riguarda il mistero dei misteri. Una domanda a cui non darò mai una risposta. Una domanda che non ha niente a che fare col mio interrogativo sulla costruzione delle gru (interrogativo che tra l’altro non ha avuto una risposta)..
Stamattina mi sono svegliata di malumore come tutte le mattine, quindi il mio stato semi apatico nulla ha fatto trapelare riguardo quello che avrei vissuto nelle ore seguenti.

Alzo la tapparella. Rimango accecata. La troppa luce non mi fa notare cosa sta accadendo fuori dalla mia finestra.
Quindi comincio a vestirmi. Semi nuda di fronte alla finestra noto una macchina, con due loschi individui all’interno. Issato sul tetto della macchina un microfono enorme. Iddio solo sa cosa cercavano di captare. I rumori intestinali dei miei vicini di casa? possibili ufo che sorvolavano la mia abitazione? la mia apatia?

Tali loschi individui sono rimasti più di 12 ore fermi sotto la mia stanza. Arrivata la pioggia non se ne sono andati. No. Hanno semplicemente posto un ombrello sopra il prezioso microfono, cimelio tecnologico da proteggere.
Arrivata l’ora di pranzo non se ne sono andati.
Arrivata l’ora della pennichella non se ne sono andati. No. Il pisolino l’hanno fatto in macchina.
Arrivata l’ora di cena non se ne sono andati.
Arrivate le dieci di sera si, se ne sono andati.
La mia opera di spionaggio termina qui. Spionaggio perchè come ogni detective ho scattato fotografie e osservato i loro spostamenti col binocolo.
Ma se l’opera di spionaggio termina a terminare non sono le mie domande.
Cosa diavolo hanno registrato per tutto il pomeriggio?
In ordine di apparizione vi presento i miei pensieri riguardo al suddetto caso:
– La digos mi cerca (egocentrismo)
– Sono in atto rilevazioni acustiche.
– Si sta consumando uno studio sul cinguettio degli uccelli.
– Stanno spiando le elezioni.
Ebbene io presumo che l’ultimo pensiero apparso nella mia mente sia il più plausibile.
Il microfono era puntato, in linea d’aria, verso la scuola in cui si stava votando. L’auto sospetta alle 10 precise ha tolto baracche e burattini e se ne è finalmente andata.
Ma cosa diavolo avevano da spiare? il fruscio delle matite sui fogli elettorali?
Sono ben accette supposizioni altrui sul caso.

Annunci

Tag:,

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

5 responses to “”

  1. anonimo says :

    ascoltavano gli spazz dallo stereo di casa mia. sicuro.
    e le gru le montano i camion monta gru.
    e l’apatia e’ troppo assordante da sentire con un microfono.

  2. zoeofoz says :

    già che hai menzionato gli spazz so chi sei.. firmati così d’ora in poi.. 😛
    eppoi secondo me l’apatia è silenziosissima.. non è rumorosa..

  3. anonimo says :

    spazz?
    davvero mi hai riconosciuto?
    va che sono pippo baudo eh…

  4. zoeofoz says :

    Pippo baudo?? ma va? e io pensavo che fossi Anna Tatangelo…

  5. anonimo says :

    hey bob whats up ?
    hey bob whats up ?
    hey bob whats up ?
    hey bob whats up ?
    hey bob whats up ?
    hey bob whats up ?
    hey bob whats up ?
    hey bob whats up ?
    hey bob whats up ?
    hey bob whats up ?
    hey bob whats up ?
    hey bob whats up ?
    hey bob whats up ?
    hey bob whats up ?
    hey bob whats up ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: