Dalla pattumiera emotiva si passa alla quotidianità più routinosa che ci sia. La mia verve da indagatrice del dettaglio sembra essersi defilata col sole e il caldo primaverile.
Invece di studiare attendo. Mentre attendo spedisco curriculum.. chissà, potrei riuscire ad andare in vacanza quest’estate..
Mentre le mie vicissitudini lavorative (alquanto scarse) cavalcano l’onda all’interno di virtuali agenzie interinali la mia mente vaga sempre più infatuata senza alcuno motivo concreto.
Infatuata e basta. Presumo infatuata senza speranza, come al solito.
Uno sguardo, un pensiero ardito, un’aspettativa non ancora delusa e ci si ritrova infatuati..
Se non altro è un bel modo per passare il tempo.. o per buttarlo via a seconda delle visioni.
Non ho bisogno di te. Ho bisogno di affetto in soluzione liquida.
mmm… l’ultima frase può essere interpretata in vari modi. Il modo giusto è quello non malizioso.
O forse il potenziale malizioso lo vedo solo io. Come sempre.

Annunci

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: