Domenica. Il black out nella fabbrica adibita a mostra fa terminare precocemente la nostra sete di cultura.
"Che si fa?"
Di fianco a noi si erge una cattedrale. Per la precisione una cattedrale del consumo. Luogo in cui, citando Ritzer, si fanno strada i pellegrinaggi e i riti dell’iperconsumismo. Entriamo.
Folla. Domenica. Carrello della spesa. Folla. Sacchetti. Unghie finte. Folla. Capelli finti. Carrello della spesa.
Folla.
Cattedrale del consumo che si trasforma in museo. Davanti a noi troneggia un tirannosauro rex formato gigante. Con tanto di brandello di carne finta che penzola dalla mandibola dentata.
"Mostri in mostra"
Secondo piano. Ominidi, Homo erectus a grandezza naturale. Quando lo sanno tutti che l’uomo non era presente nell’epoca dei dinosauri. La verità assoluta del centro commerciale.
Improbabili verità? revisionismo storico formato popolare?
Investiamo nelle sostanze nutritive. Rispettivamente un caffè ed un succo alla pera.
Troppa gente. Fuori c’è il sole.
Usciamo.
Contente di aver visto la mostra di Marina Abramovic a costo zero.
E anche la domenica è passata.

Annunci

Tag:

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

One response to “”

  1. paciuko says :

    Sei minimalista.
    Saresti una brava scrittrice avendo cose “tremende” da raccontare.
    😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: