Voglio tuffarmi in una tazza colma di coccole fino all’orlo.
Ma l’unica immagine che mi viene in mente è quella di Alice nel paese delle meraviglie, che cade in un mare fatto letteralmente di lacrime. Le sue.
Ma l’immagine è totalmente fuori contesto. Perchè a me non viene assolutamente da piangere.
E’ quel senso di mancanza di qualcosa.
Di insoddisfazione.
Di languorino. Quasi quasi mi vesto di giallo, chiamo Ambrogio e gli dico che ho voglia di qualcosa di buono. E lui apre l’armadietto delle meraviglie, perfettamente automatizzato. Luccicante. Prende con fare deciso il laccio emostatico, e con tutta la destrezza di questo mondo lo applica al mio braccio. Per poi iniettarmi la mia dose quotidiana di affetto sintetico.

Annunci

Tag:

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

4 responses to “”

  1. Claudiet says :

    Dici che c’è un Ambrogio anche per me?

  2. zoeofoz says :

    C’è un ambrogio per tutti…

  3. anonimo says :

    è bellisiimo qll ke dici !!!!

  4. zoeofoz says :

    a me sembra solo molto triste..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: