Che poi sarebbe interessante capire dove si trovi il confine tra la realtà fattuale e la realtà creata da me.
Mi innamoro delle idee delle cose. Come se sapessi in partenza che poi tutto sarebbe inevitabilmente sporcato. Perchè l’ho vissuto sulla mia pelle.
E riguardo al vissuto, ora lo so. Ora so che quel che era non è, e soprattutto non sarà. Non c’è neanche la sorpresa di scoprire i suoi difetti e di bruciarti con essi, perchè li conosco a memoria. E non bruciano più. Non mi fanno più male. Non mi fanno più indignare e scalpitare.
Affetto fraterno che non mi impedisce di infatuarmi di altre idee di persone.
Di rimanere colpita alla vista di qualcuno appena aperta una porta e passando oltre la sua figura perchè ti senti inspiegabilmente in fiamme.
Di pensare a come potrebbe essere. DI crearti castelli fatti con instabili e consunte carte da gioco.
Perchè in fondo sai che non sarà, ma la nuda idea ti tiene sveglia e nonostante tutto ti migliora.
Mi sto creando il mio idillio mentale. E purtroppo mi accorgo che questo luogo non ti contempla. E non so se esserne triste o sollevata.

Annunci

Tag:

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: