INIZIO:
LEI: non ti sto seguendo.. ho la macchina parcheggiata là..
LUI: nello smar parc?
LEI: no, su front street
LUI: io l’ho parcheggiata nello smart parc
LEI: quindi alla fine del prossimo isolato ci separeremo.. a Tyron street
LUI: si, il cartello di ice land è a metò strada, indica la metà del percorso
LEI: ice land è un po’ come quel punto in una relazione dove all’improvviso ti rendi conto che non durerà per sempre e cominci ad intraverere la fine.. Tyron street
LUI: si, ma non ci siamo ancora arrivati, siamo ancora nella parte buona… non ci siamo ancora stufati l’uno dell’altra.
LEI: io non sono affatto stufa di te! (si gira a guardare la strada che hanno percorso fino a quel punto) e wow, sono passati almeno sei mesi giusto?
LUI: sei mesi? allora il cartello ice land indica tipo otto mesi! ma pensi che si possa durare almeno un annoe e mezzo?
LEI: non lo so. Non vorrei essere presuntuosa… non so neanche se sei sposato!
LUI: non sono sposato, sono separato… ci siamo separati il mese scorso… io pensavo che Tyron fosse almeno tra 20 anni!
LEI: si, ok, effettivamente io pensavo che Tyron è quando muoriamo di vecchiaia, e questa è tutta la nostra vita insieme.. questo isolato
LUI: mi sembra perfetto… allora facciamo così!
LEI: va bene
(camminano insieme, in silenzio. Fianco a fianco. Arrivano a Tyron Street)
LEI: non si può evitare, tutti dobbiamo morire
LUI: posso accompagnarti alla macchina?
LEI: no, forse dovremmo accontentarci di aver vissuto una vita così bella e lunga insieme… in fondo è molto più di quanto riesce ad avere la maggior parte della gente
LUI: ok
LEI: ok
LUI: ok
LEI: ok… non aver paura
LUI: ok
LEI: siamo qui!
LUI: siamo qui..
(ognuno prende la sua strada)

CONCLUSIONE:
(Lui è in macchina che guida, lei cammina lungo il marciapiede per raggiungere la sua)
LEI: Ciao!
LUI: ciao.. credevo che la tua macchina fosse qui…
LEI: infatti è la! puoi darmi un passaggio?
LUI: non si infrangono le regole del gioco così?
LEI: possiamo fare che questo è l’aldilà.. (sale nella macchina di lui)… che ne so, come se fossimo angeli o roba del genere
LUI: cosa ci fai nella mia macchina? io non ti conosco, e anche tu… mi pare che non sai nulla di me… e se fossi uno che ammazza i bambini?
LEI: già, sarebbe una bella doccia fredda vero?
LUI: sai, tu ti comporti come se io fossi un uomo normale, come l’uomo di un libro, uno che una donna incontra dentro un libro
LEI: non è vero per niente.. io mi sono autoinvitata nella tua macchina… è questo che ho fatto. Beh, scusami allora..
LUI: no, scusami tu, scusami tu
LEI: e va bene.
LUI: ok, stupendo. Ora puoi uscire dalla mia macchina?
LEI: ok
LUI: ok
LEI: ok
LUI: ok

da me and you and everyone we know

Annunci

Tag:

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: