Semplicemente sono i miei anticorpi ad aver deciso di prendersi una breve (spero) vacanza.
Indugio forzatamente in questa spossatezza fisica accompagnata da fluidi appiccicosi di muco proveniente dalle mie cavità polmonari. E questo assopimento corporeo ben si accompagna all’assopimento mentale che ha preso possesso delle mie sinapsi: i pensieri scorrono velocemente, ma sono frammentati. E non riesco a trovare un modo per collegarli l’un l’altro, in modo che possano formare un discorso coeso.
Sono affetta dalla sindrome della scarsa pianificazione del messaggio comunicativo.
Sarà che è da un po’ che vivo in una routine poco confortante. Ma non si tratta di quel tipo di routine che ti annoia. E’ la routine della mia non proposizione. Mi lascio trasportare da chi mi circonda senza fare alcuno sforzo.
Una fase di attessa. Aspettando qualcosa o forse qualcuno.
Annunci

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: