Ed eccoci qui di nuovo. Me stessa e me stessa faccia a faccia. Come non capitava da molto tempo. Anni.
Quando ogni cosa è insofferenza.
Quando ogni cosa avrà come risposta "no".
Quando non hai voglia di vedere nessuno e allo stesso tempo brami che qualcuno ti stia vicino e ti capisca anche se sai che non dirai niente a riguardo, perchè non saresti in grado di addurre spiegazioni al tuo stato.
            E solitamente è in questi momenti che faccio le peggio cazzate, quindi attendo con ansia la mia prossima autodistruttiva trovata, cosicchè il mio cervello possa distrarsi da se stesso.
Ecco. Continuo a galleggiare in questo brodo ormai riscaldato mille volte. Ma dovrei essere ancora capace a nuotare. Al massimo annego.
Annunci

Tag:

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

One response to “”

  1. eS4ngue says :

    mah… non si annega mai tranquilla. Vengono i reumatismi, quello si, e sono quelli che fanno male. ti si fanno le rughette nei polpastrelli, inizi a starnutire perche basta un soffio di vento per gelarti, crampi. Ma non si annega. E magari vedi qualcuno a riva che ti guarda e aspetta che tu lo raggiunga, ma non ci vai, per fargli dispetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: