Quando il tempismo va tutto al contrario.


Mi ero finalmente decisa.  E, ovviamente, ho passato le scorse ventiquattro ore a cercare di non pensare a quando sarebbe giunto il momento. Ho cercato di impegnare la mia mente, sollazzandola e  drogandola, per una serata intera, con Lost.
Finalmente avevo tutte le carte necessarie per farmi quei maledetti esami del sangue. Io che odio gli aghi, io che ho la fobia delle siringhe.
La notte è passata con immagini oniriche ben poco rassicuranti.
La sveglia suona.
Faccio la classica pipì nel bicchierino sterile.
Mi vesto con gli occhi chiusi e mi dirigo terrorizzata verso gli ambulatori, pregustando la pietosa scena alla quale avrebbero dovuto assistere gl infermieri. I miei capricci e le mie lacrime trattenute. E oggigiorno non danno neanche più il lecca lecca-premio per farti capire quanto sei stato coraggioso a farti infilare un ago nel braccio. Ma essendo una persona previdente mi ero premunita di succo di frutta ACE per prevenire qualsiasi tipo di svenimento e per premiare me stessa della prodezza effettuata.
In macchina canto Piccola Cathy.
Arrivo all’ambulatorio. Entro. E’ praticamente deserto.
"Ehmm.. scusi, ma per gli esami del sangue?"
"No, oggi non li facciamo, torni domani"
Dopo aver mentalmente imprecato, il mio pensiero è volato alla mia urina nel bicchierino.

Annunci

Tag:

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

One response to “”

  1. dosontrip says :

    l’hai bevuta?
    gudbaj

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: