Una reticenza travestita da metafora

Il crepuscolo? subito dopo il tramonto, quando la luce diventa insistente, così insistente da infastidire l’occhio umano. Come quando guidi, e quello che filtra dal parabrezza è un bagliore troppo potente, che ti porta a socchiudere gli occhi, in modo che filtri poca luce, così da tenere sotto controllo la strada.
Ma qualcosa  sfugge, sempre.

Il tramonto? quando il sole scompare dietro l’orizzonte, creando quella particolare  luce capace di stregarti, di farti immaginare come potrebbe essere se il colore del cielo rimanesse sempre lo stesso, per sempre.
Solo che fuggendo dietro l’orizzionte, come per nascondersi, il sole non ti da neanche la possibiltià di chiedere alcuna spiegazione.

Ma il dubbio, ora, non mi tormenta più. Il momento è quello in cui smetti di chiedertelo, il perchè.
Io, ora, vedo solo le tue mani rosse.

Annunci

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: