IL RICHIAMO DELLA FURESTA


Erano parecchi giorni, ormai, che il bagno invocava un po’ di igiene.
La nostra permanenza a scuola per più di otto ore al giorno ci impediva di far fronte alle sue necessità (del bagno) e le incrostazioni stavano, di giorni in giorno, diventando sempre più evidenti. Incrostazioni altresì causate dal ritorno di mister simpatia, la cui affezione tabagista lo porta, soventemente, a sporcare con materiale verdognolo le superfici bianche dei sanitari.
Stasera, però, io e la mia fedele compagna di corso, abbiamo varcato la soglia della casa sabauda e, mettendo un piede in cucina, abbiamo notato un non so che di diverso: le superfici più visibili a occhio stanco e nudo, quali le mensole e il tavolo, apparivano più lucide e ordinate del solito. Un fugace sopralluogo in bagno ha avvalorato la nostra ipotesi, che si è velocemente tramutata in tesi: qualcuno aveva fatto delle sommarie pulizie.
Ma chi? la visione del valdostano spaparanzato sul divano, col pc sulle gambe, lo ha immediatamente tolto dai possibili fautori di questo trionfo dell’igiene.
Consegentemente era il quarto abitante della casa l’artefice di tutto questo luccichio superficiale. Ma cosa lo ha spinto a fare tutto ciò? la risposta è quanto mai banale. Ospite onoraria della nostra fugace cena, una ragazza francese in erasmus.
A voi le più dirette conclusioni.

Annunci

Tag:

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: