ALTRO CHE NOSTALGIA CANAGLIA

Ho passato un anno della mia vita a chiedermi come avesse fatto Emilio Fede a diventare giornalista, a chiedermi quale fosse il segreto del suo sibillino parlare,  a chiedermi se gli inviati con cui era collegato capissero realmente quello che stava dicendo. Queste domande non troveranno mai una risposta, aleggeranno nella mia mente, da qui alla fine dei miei giorni.
Ma finalmente potrò smettere di pormi tali quesiti ogni santo giorno, davanti a un telegionale da trascrivere per conto dell’università di Milano.
Ho finito. Il mio mandato mercenario è terminato. Sono una donna libera dall’analisi della lingua dell’informazione televisiva. Basta sintassi, basta lessico, basta tutto.
Per chi non l’avesse ancora capito, ho finito di trascrivere. Per sempre, nei secoli dei secoli. Amen.

Annunci

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

2 responses to “”

  1. anonimo says :

    capito qui e so dirti in che modo ci sono arrivata. link che ti link ed eccomi approdare da te.

    volevo farti i complimenti per come scrivi, è bello leggerti. buon anno.

    Ale

  2. zoeofoz says :

    grazie! commozione..
    e buon anno anche a te! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: