IL DIFFICILE NON E’ RAGGIUNGERE QUALCOSA.
E’ LIBERARSI DALLA CONDIZIONE IN CUI Si E’.

Lui trema. Prima la guarda come aspettando che parli, ma lei non parla, lui allora non fa neppure un gesto, non la spoglia, dice di amarla pazzamente, lo dice a voce bassa, poi tace. Lei non risponde, potrebbe rispondergli che non lo ama, non dice niente. Ad un tratto lei sa, in quell’istante sa che lui non la conosce, che non la conoscerà mai, che non avrà mai modo di conoscere un essere tanto perverso, che non potrà mai riuscire ad afferrarla. E’ lei che deve sapere. Lei sa. Proprio perché lui lo ignora, tutt’a un tratto lei sa: le era piaciuto già sul traghetto, le piace, tutto dipende da lei.

Gli dice: vorrei che non mi amassi, e se mi ami, vorrei che facessi come con le altre donne. Lui la guarda, spaventato, domanda: è questo che vuoi? lei risponde di si. E lui soffre già, in quella camera, per la prima volta, su questo certo non mente. Le dice di sapere già che lei non lo amerà mai e lei lo lascia parlare. Dice: forse, poi lo lascia parlare ancora.

da L’amante
di Marguerite Duras

Le cose, nella mia mente, si sono svolte esattamente così.

Annunci

Tag:

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

One response to “”

  1. IceKent says :

    credo che quando si ama, sia necessario far finta di essere sempre qualcun altro. in caso contrario, si soffre troppo.
    ps: tutto vero? forse si, ma forse anche no.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: