MEGLIO TARDI CHE MAI (MA PRIMA SAREBBE STATO MEGLIO)

Si capisce quando sta per arrivare il grande freddo: ti svegli, metti una gamba fuori dal letto e senti l’escursione termica. Io, personalmente, cerco di ovviare a questa abissale differenza di temperatura correndo in bagno e ricreando, con l’ausilio della stufetta, un ambiente tropicale. Solo a questo punto posso rilassare le mie dolenti membra e meditare seduta tranquillamente sulla tazza, appurando che il cielo diventa sempre più grigio, di pari passo alla crescita dei miei precoci capelli bianchi da ventiquattrenne.
Ma ahimè! questi sono i tempi che furono. La meditazione da tazza sarà sostituita da un generale corri corri mattutino seguito dalla guerra al traffico milanese: sono entrata nel magico mondo degli stagisti. Finalmente direi: questo è il coronamento di tutti gli sforzi al virtuali insanity dell’ultimo anno. Dopodiché il fatidico pezzo di carta e forse, chissà, un futuro vero (speriamo) saranno nelle mie mani. All by myself.
E stasera me ne rimarrò a casa a sentire tamburellare la pioggia sulla tapparella.
Ma intanto rosico. Che potrebbe essere tutto perfetto. Ma le mutande in mezzo alle chiappe a darti fastidio ce le hai sempre.

Annunci

Tag:, , ,

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

One response to “”

  1. angelozabaglio says :

    …malinconco… mutande a parte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: