E Dio creò il vento

Probabilmente non molte persone sono a conoscenza di quello che succede oltre la mia finestra, da due estati a questa parte. Esporrò il fatto con una penosa frase priva di punteggiatura: una massa indefinita di umanoidi si riversa nella gigantesca supertecnologica piscina all’aperto con tetto sfoderabile per sfuggire all’afa e per immergere pallidi corpi in un liquido al sapore di cloro.

Ecco le prove, dal mio fotolog di due anni fa:

Da lontano assomigliano a un branco di trichechi arenati e conseguentemente rumorosi a livelli che superano la categoria del fastidioso.
Oggi però è successo un fatto. Un’improvvisa folata di vento ha messo in movimento TUTTI gli ombrelloni, che hanno cominciato a volteggiare nell’aere trasformandosi in pericolosissimi giavellotti conficcatrichechi. Si è sfiorata la tragedia insomma.
Ma da lontano era piacevole osservare la lotta tra il vento e la forza di gravità.
Si, fondamentalmente non ho niente da fare.
Annunci

Tag:, , ,

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

2 responses to “E Dio creò il vento”

  1. anonimo says :

    wind is your friend

  2. LaMentina says :

    le vent nous porterà…un tricheco bagnato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: