fine

Metterci così tanto a costruire. Impiegare una manciata di secondi per distruggere.
Raccogli il coraggio e ti butti nel vuoto: nel vuoto del non sapere cosa accadrà, nel vuoto pieno di dubbi che non ti lasciano respirare, nel vuoto dell’incertezza, tremenda e insinuatrice, che porta continuamente a chiedersi se la decisione presa è giusta o sbagliata.
Difficilmente unanime, la parola fine è spesso decisione del singolo. Tanto che coloro che hanno buon cuore si ritrovano a gestire un doppio dolore: quello che, pronunciando la parola fine, si reca agli altri e quello che si provoca a se stessi.
Pronunciare la parola fine significa abbandonare una piccola parte di sé, lasciarla pur sapendo che non la si riavrà mai più indietro. Pronunciare la parola fine significa sopportare il dolore che provochi nelle persone più importanti per te, leggergli negli occhi la sofferenza e non poter far nulla per rimediare.
Anche dire ‘Basta’ porta con sé sofferenza. Vorrei essere abbracciata, vorrei piangere fino allo sfinimento tra le braccia di qualcuno, vorrei essere rassicurata, vorrei vorrei vorrei. Vorrei.



Annunci

Tag:

About pattumieraemotiva

Si sta come d'estate sui cactus le spine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: